Revoca del brevetto europeo e cessazione della materia del contendere

Sentenza – 8 Febbraio 2021

La Sezione Specializzata ha dichiarato la cessazione della materia del contendere quanto alla domanda di nullità della frazione italiana del brevetto europeo, a seguito dell’intervenuta decisione dell’Ufficio Europeo dei Brevetti di revocare definitivamente il brevetto europeo per mancanza dei requisiti di brevettabilità. 

La Sezione Specializzata ha a questo proposito richiamato il principio di diritto stabilito dalla Corte di Cassazione, secondo cui la pronuncia (di elaborazione giurisprudenziale) di cessazione della materia del contendere presuppone che sia venuto meno l’interesse delle parti ad una decisione sulla domanda giudiziale proposta, e cioè se risulti ritualmente acquisita o concordemente ammessa una situazione dalla quale emerga che è venuta meno ogni ragione di contrasto tra le stesse.   

La revoca definitiva del brevetto europeo in parola deve far ritenere, nella specie, sussistente tale situazione.